giovedì 29 marzo 2018

Non ho parole!

Buongiorno!

Questa mattina ho fatto un ultimo tentativo per riabilitare il mese di marzo 2018.
Che è e rimane uno dei peggiori che io abbia mai visto, micologicamente parlando.
Ma non c'è niente da fare, la stagione è partita male e continua imperterrita.
Ricapitolando, alle 9:15 sono sbarcato col quadrupede a Vallombrosa, zona Lago.
Non c'era nessuno tranne una macchina che mi precedeva e che si è fermata proprio dove di solito mi fermo io.
Ne sono scesi due uomini che hanno preso una sporta e sono saliti da una parte mentre io dall'altra.
Ho girato un'ora e mezza vedendo: due bei Dormienti (a singolo), il foro con ancora un pezzetto di gambo dove l'animale ne ha mangiato uno piccolo, uno marcio perché smosso e tre o quattro minuscoli carpofori che ho lasciato ma sicuramente non cresceranno perché sono già quasi neri e rimbastarditi.
Così, alle 10:40, cambiamento di target.
Quaranta minuti di viaggio e arriviamo in basso, dove trovo i Prugnoli.
Peggio che andare di notte!
Nella prima fungaia, dove il 17 marzo ne vidi quattro scalzati e mezzi marci per la troppa acqua, niente; nell'altra dove ce n'erano una ventina, anche grossi ma già tutti marci, ne ho presi 2 belli e ne ho visti una mezza dozzina grandi come i cerini buttati all'aria dall'imbecille che sembra essersi scatenato ed ha massacrato tutto il bosco con particolare predilezione per le Prugnolaie.
Ho visto delle fatte enormi di cinghiale ma gli scavi mi sembrerebbero più di tasso o istrice. 
Nella fungaia dove ce n'era qualcuno, nel terreno rimasto nudo si vedevano delle rigate profonde in parallelo come se qualcuno con un grosso rastrello si fosse divertito a tirar via tutte le foglie fino all'ultima.
Stesso discorso anche per un'altra fungaia che l'altra volta non avevo guardato e dove oggi ne ho visto uno grande come un fagiolo buttato all'aria e sei o sette uguali rintanati sotto le foglie secche.
Perché c'è anche questo.
Nonostante tutta la pioggia venuta e il terreno ridotto ad un pantano, lo stesso, grazie a tutta la tramontana che ha tirato negli ultimi giorni, in superficie, dove l'acqua non ristagna, ha fatto la crosta.
Così fungaie semidistrutte, terreno secco in superficie e foglie che cantano come se fossero le Dolly Sisters.
A questo punto comincio a sperare nei Porcini, come ultima risorsa.
Speriamo che venga una rinfrescata con almeno un'ora di pioggia.

Le foto di oggi:




Il primo Dormiente.



E il secondo!


Il primo Prugnolo.

E il secondo.

Notare al centro i Prugnolini buttati all'aria dalla bestia e uno marcio dell'altra volta.

Tutto qua!



E un cordiale saluto a tutti!





16 commenti:

claudio ha detto...

Ciao Angiolo, non ci abbattiamo, del resto è l'impredivibilità della natura che rende ancora più avvincente la ricerca! Poi se torni a casa e non hai trovato un tubo ti girano come pale eoliche ma questo é un altro discorso. Volevo informare tutti i tuoi seguaci lettori, circa l'esigenza futura di un corso "abilitante alla raccolta". È una grande bufala, ho parlato con i colleghi del settore competente che non intendono modificare la attuale normativa di riferimento. Invece mi confermano che le associazioni micologiche, spingono in tal senso, e addirittura i giornalisti li seguono, chiedendo conferma in Regione che puntualmente smentisce. Del resto la formazione continua é una gran moda... Saluti a tutti Claudio

Angiolo ha detto...

Ciao Claudio!

Grazie della precisazione che penso sarà utile a tutti.
A me per primo che così eviterò di andare a fare la figura del citrullo più di quanto non sia già.
E poi basta!
Qui, qualsiasi cosa tu voglia fare foss'anche la meditazione solitaria in cima a un monte, te la rendono più difficile di giorno in giorno.
Come Paperino che al picnic mette prima una briciola sulla formica e via via ad ingrandire, fino all'automobile.
Con l'immancabile disastro finale, per Paperino che sarebbe anche giusto visto che è lui a dare il via alle ostilità, mentre invece qua va sempre a detrimento della formica che non rompe l'anima a nessuno, tranne che a burocrati e imbecilli.

Un cordiale saluto.

massimo ha detto...

Ciao Angiolo,
prima di tutto un grazie per l'informazione a Claudio, poi per dirti che stamani sono stato anche io a vedere dei dormienti su in alto zona consuma, il terreno è fradicio dallo scioglimento della neve che ancora era rimasta, abbiamo girato un paio d'ore e ne abbiamo trovati una manciatina quasi tutti insieme, ci vuole ancora qualche giorno, ieri ho trovato un mazzetto di asparagi, allego link: https://youtu.be/MIwnFXMP62I
salutoni
massimo

Angiolo ha detto...

Ciao Massimo!

Lo so che ci vuole ancora qualche giorno.
È un mese abbondante che me lo ripeto.
Se aspettiamo ancora un po', cominceremo a dire che ci vogliono ancora una decina di mesi.
Gli Asparagi sono diversi giorni che li trovo, l'unica nota positiva per ora.

Un cordiale saluto.

Paolo Cozzi ha detto...

Ciao Angiolo, buona sera è sempre un piacere leggerti e sapere che sei sempre in prima linea.
Mi unisco al ringraziamento a Claudio per la sua precisazione e chiedo se qualcuno ha notizie circa le regole nel pistoiese, se sono nuovamente cambiate o rimaste quelle dell'anno scorso.Io mercoledì sono stato a fare una girata agli abeti sopra Mangona ma non ho visto niente di niente il vento ha fatto cadere rami e foglie,per fortuna pochi alberi, e il terreno era tutto un tappeto verde.
Infine una domanda (da principiante??): i primi porcini dove si vanno a cercare?
Castagno o faggio mare o montagna ?

Un saluto a tutti

Paolo

Angiolo ha detto...

Ciao Paolo!

Che domande mi fai mai (alla Topo Gigio)?
Ognuno ha le sue regole, le sue idee ed i suoi posti (che sicuramente sono migliori di quelli degli altri).
Normalmente i primi Porcini (Aestivalis e Pinophilus) si cominciano a trovare verso la metà di maggio, qualche giorno prima o qualche giorno dopo a seconda dell'andamento climatico.
Quest'anno, se tanto mi dà tanto, nasceranno tardi (l'anno scorso non nacquero neanche).
Il problema è che ci sono state tante piogge e sta tardando ad entrare la stagione calda (però sono tre giorni che le massime arrivano intorno ai 20°C).
C'è chi trova le Teste Rosse a Vallombrosa, chi trova gli Estatini e talvolta anche qualche Ovolo in zona Palazzetto.
E poi Santa Brigida, Boveglio (un tempo ci andavo tanto e dal 10 di maggio trovavo Estatini e Pinophilus) con tutta la Svizzera Pesciatina.
Quindi, girare e andare dove ci viene l'ispirazione e meglio si conosce.
Sperando che la stagione ci assista, perché se quella fa la dispettosa...

Un cordiale saluto e

Tanti Auguri di Buona Pasqua a tutti quanti, ché nel Post me ne sono scordato (che asino!).

Angiolo, Tomoko & Camillo

Anonimo ha detto...

Auguri di buona Pasqua a tutti. Cordialmente.Dr.De Funginis.

Ladislao ha detto...

Oggi, finalmente, trovate un centinaio tra spugnole e verpe, alcune giganti, lungo torrenti e in prugnolaie

Barbara Pog ha detto...

Ciao Angiolino! Ieri mattina siamo andati anche noi in zona lago e abbiamo visto che c'eri anche tu; anche per noi è stata una mattinata deludente anche se qualcosina più di te abbiamo trovato. Che dici forse conviene tornare più in basso? Mi dispiace nn averti incontrato, tanti auguri x la Pasqua a te e famiglia.

Anonimo ha detto...

Buonasera Angiolo,
effettivamente dopo un 2017 caldo e siccitoso come non si ricordava da anni il 2018 e' iniziato con un gennaio mite per poi "regalarci" i mesi di febbraio e marzo con venti molto freddi e con precipitazioni copiose e insistenti e ancora non sembra finita....! Infatti per ora almeno io non ho visto una rondine in volo e il segnale mi pare inequivocabile. In attesa dei nostri beneamati come consuetudine colgo l'occasione per fare a te, ai tuoi cari e a tutti gli amici del blog i migliori auguri di buona Pasqua.
Cordialmente Gigino

Anonimo ha detto...

Emanuele
Ciao angiolo, oggi con la Lucia eravamo a pranzo da amici in un podere sotto rocca che guarda il mare.
Dopo il pranzo di Pasquetta per smaltire abbiamo fatto due passi a cercare asparagi e li abbiamo anche trovati.
Poi per caso ci siamo imbattuti in una fungaia di Morchelle coniche credo. Non le avevo mai trovate . Ora le sto cucinando speriamo non mi sia sbagliato con la gomitra.
Un saluto aspettando la gita a marzuoli

Anonimo ha detto...

Emanuele,
Angiolo te e tomoko le cucinate le morchelle? Cmq le ho assaggiate e direi che sono particolari ma gustose.

Russula75 ha detto...

https://youtu.be/8QefLvaeg98

Russula75 ha detto...

Scusa ho mandato il video senza commento volevo dirti che al lago ci sono i dormienti

massimo ha detto...

Buongiorno Angiolo,
ieri l'altro sono andato su in montagna a dormienti, a me sembra che la situazione non sia cambiata gran che, quelli che ho trovato sono sicuramente migliori di quelli dell'altra settimana ma come quantità siamo sempre lì, non c'è nascita ancora, per bene non sono partiti, forse sono lì ancora a pigiare per poter uscire fuori.....
Il pomeriggio sono andato a vedere una prugnolaia in basso, la primaticcia, e ce ne ho trovati uno solo piccolotto ce l'ho lasciato per vedere se fa da esempio agli altri...
Lucio Dalla diceva: chissà...chissà...domaniii
Allego link: https://youtu.be/ZIF-J6dsylg

buona giornata
massimo

Anonimo ha detto...

Buongiorno Angiolo,
Ti ringrazio per aver pubblicato il mio commento,sicuramente ero io che prima sbagliavo qualcosa.
Volevo comunicarti le mie impressioni dopo due serate al corso micologico che stiamo frequentando ad Arezzo.
La prima serata,forse complice la curiosita' per una cosa che non avevo mai fatto,e forse perche' mi era sembrato un po' di essere tornato indietro di qualche lustro,quando ancora andavo a scuola,l'ho trovata interessante,e per alcuni aspetti,anche affascinante.
Ieri sera invece,la seconda serata ( di circa dieci che dobbiamo fare !!! ) mi e' parsa molto piu' pesante ed impegnativa,a causa del dilungarsi della relatrice ,fra l'altro molto preparata,in termini scientifici e biologici dei funghi,che francamente capivamo abbastanza marginalmente.
Sono rimasto invece sorpreso dal numero dei partecipanti,circa una cinquantina , dei quali anche una giovane coppia di trasnsalpini che parlavano tranquillamente fra di loro in francese.

Questo mi fa ben sperare soprattutto nel diffondersi una certa cultura di rispetto per la natura,il bosco e i funghi in particolare,che,per quanto mi riguarda mi e'stata trasmessa da mio nonno prima e da mio padre poi.

Per la prossima serata , Mercoledi 11/04 , dovremmo portare alcuni funghi,ma dubito,almeno per quanto mi riguarda, di poter reperire dei Prugnoli,perche' credo che sia ancora presto,e tantomeno dei dormienti,per mancanza di tempo per andare nell'unico posto che conosco,abbastanza lontano da San Giovanni V.no.

Un caro saluto a tutti voi.
Stefano