mercoledì 1 luglio 2015

Non è che ci sia molto.

Buona sera!

Stamani altra uscita, più in alto.
Diverse macchine al Paradisino e qualcuna alla Croce Vecchia.
Noi siamo andati nel mezzo, dove di solito vado io e non c'era nessuno.
E, come c'era da aspettarselo, siamo pure andati in buca.
Girato tre ore per trovare 6 Estatini, 4 belli (per fortuna) e 2 di misura.
Terreno extra secco e comunque devastato dalla caduta delle abetine con successivo intervento dei cinghiali che hanno scavato anche l'anima de li mortacci sui.
Altri funghi del tutto assenti, visto solo tre o quattro Bacce moribonde.
Quando siamo ripassati all'ingiù, erano le 11, al Paradisino non c'era più nessuno, il che mi farebbe pensare che ci abbiano trovato poco.
A meno che non avessero più dove metterli e se ne siano dovuti andare in anticipo.
Da parte mia penso che per il momento non ci tornerò.
Salvo magari fare una scappata, se non avrò altro da fare ma però ce l'ho, sotto la Croce ma mi sa che è tempo (quasi) perso.
Comunque vedremo.

Ecco le foto di stamani: 













Un cordialissimo saluto a tutta la banda!

41 commenti:

mario ha detto...

Brutte notizie.
Una settimana fa ero molto più positivo e fiducioso.
Peccato.
Ciao a tutti.
mario
p.s. fantastico! Per dimostrare di non essere un robot, questa volta ho dovuto cliccare su tute le immagini dove vi era rappresentata una bottiglia di vino (lol)

Angiolo ha detto...

Ciao Mario!
In effetti anch'io credevo meglio.
Ma hai visto come ha fatto?
Nubifragi da tutte le parti e qui qualche nuvoletta pomeridiana senza seguito.
Bastava un acquazzone di un'ora scarsa!
Quanto al robot, non te la prendere.
Le persone disutili devon far perdere tempo a chi ne ha poco per dimostrare la propria inutilità.

Un cordiale saluto (& laugh a lot!).

Oretta Muzzi ha detto...

Ciao Angiolo! e Ciao a tutti gli sconsolati....
Bella la citazione sulle persone disutili! La userò! e buono anche &laugh a lot!!!
Peccato...anche quest'anno non mi sembra una bella stagione... speriamo nell'autunno.
Comunque, Angiolo, non ti puoi lamentare ...tagliolini ai porcini ne hai in abbondanza!
Ancora non ho finito.... appena invio la robaccia a chi di dovere VI CHIAMO!
Un caloroso (= caldissimo) saluto a te e famiglia
Oretta

Oretta Muzzi ha detto...

ma perché qui non c'è il mio commento?

Angiolo ha detto...

Ciao Oretta!

Ma di che vai cianciando?
I tuoi commenti non c'erano perché ancora non li avevo visti.
Del resto sono delle ore 20:45 e delle 20:51, mica di un anno fa.
Il primo dei quali sul Post precedente, mentre alle 17 c'era già quello nuovo.
Piuttosto mi viene da chiederti se per caso tu leggi le mail che vengono inviate alla tua casella di posta elettronica.
Un saluto.

Oretta Muzzi ha detto...

Mio dolce Angiolo! Non ti arrabbiare... sono sempre in ansia quando clicco "Non sono un robot" Mi sembra di dire una bugia... con questi strumenti moderni (sicuramente inventati dal diavolo!)ho sempre paura di sbagliare...
E poi sono sorpresa se li vedo riapparire!
A quest'ora dovresti conoscere le mie grandi competenze "virtuali"...
Sto quasi pr completare la "magna Opera" e poi verrò a sbafare un pranzo in Valdarno.

Un Buona Notte e Buogiorno a tutti
Oretta

Angiolo ha detto...

Ben alzata Oretta!

Allora è proprio vero.
Inutile inviarti delle e-mail, tanto tu non le leggi.

Buona giornata.

massimo ha detto...

ciao Angiolo,
ieri pomeriggio sono tornato ad un'altitudine di circa 600 m. al castagno e un pò di querciolo, perchè mercoledì scorso, 24 giugno, avevo visto che nella nottata era venuto un temporale come da altre parti, ma aveva fatto anche della grandine, a tal punto che io la trovai ammontata in alcuni punti lungo la strada alle 10,30, ma il terreno è completamente secco, ho guardato alcuni posti e all'ultimo ne ho trovato uno belloccio, un pò mangiato dalla lumaca, di altri funghi solo 3 o 4 rossole di nascita, che non ho preso, ho notato che sia quello di ieri che quelli che ho trovato domenica scorsa sono sanissimi, non attaccati da bachi nonostante il caldo, a differenza dell'anno scorso e non sò darmi una spiegazione, qualcuno di voi ne ha una?
salutone a tutti

Angiolo ha detto...

Ciao Massimo,

che vuoi che ti dica.
Io non ho spiegazioni.
Anzi, ti dirò.
Qui non faccio altro che leggere, parlo più che altro degli scorsi anni per evidenti ragioni, di commentatori che trovano tutti invariabilmente funghi sani, tutti sani, tutti e tutti.
Sani, sani, sani.
Ebbene, io quei pochi funghi che ho trovato quest'anno erano tutti bacati.
Non ho idea del perché di questa discrasia, ma forse occorrerebbe anche a me una spiegazione.
Sia detto senza offesa per alcuno.

Un cordiale saluto.

massimo ha detto...

Ariciao Angiolo,
la cosa è strana, effettivamente, tira via quelli di domenica, erano di nascita non cresiuti chi più chi meno,(escluso uno) ma quello di ieri era un bel funghetto, per far capire sotto era sul giallino pallido, e comunque da come era sano quando l'ho aperto labbiamo pure mangiato crudo in insalata.
Eppure ci devessere una spiegazione, soprattutto in virtù di come tu gli hai trovati quest'anno.
Comunque arisaluti a te e a tutti gli altri

Mario ha detto...

Ma distinguere le bottiglie di vino dal resto, al fine di dimostrare di non essere un robot è piuttosto divertente , anche se non oso immaginare cosa mi capiterà tra qualche secondo!
Parliamo di cose serie: i funghi.
Sì, anch'io ho notato come in zone dove vi erano state presunte bombe d'acqua o giù di lì, in realtà il terreno si è asciugato prestissimo senza quasi vedere alcun fungo degno di rilevo. Ieri, altro giro, l'ennesimo, in una zona del Pratese dove era caduta moltissima acqua qualche settimana fa, ma...niente da fare. Qualche giorno fa, trovai sei Boletus Aestivalis ed una manciata di galletti, mentre ieri il nulla più assoluto, a parte numerosi e grandi Lattari bianchi, che dovrebbero crescere, se non erro, solo quando il terreno è discretamente secco e difatti così era. In aggiunta, della serie "cucù il fungo non c'è più", mi è capitato anche di osservare qualche rarissimo pezzo di gambo ancora conficcato nel terreno, con annessa bava (di lumaca) negli immediati dintorni!
Perchè si è asciugato tuto così in fretta, senza produrre praticamente una mazza? Perchè il terreno era comunque poco bagnato già in precedenza? Io non ricordo ad esempio, un mese di aprile così siccitoso, perlomeno negli ultimi anni ed anche a maggio non è che abbia piovuto poi così tanto. Sarà che quando piove tanto in poco tempo il terreno non assorbe mai bene e l'acqua non arriva quindi in profondità? Chissà, avendo qualche minuto libero mi diletto a scrivere di ipotesi, ma fondamentalmente la verità la sanno solo loro! (I funghi!)
A questo punto, per quanto mi riguarda, remi in barca ed arrivederci a settembre.
Saluti.
Mario

Angiolo ha detto...

Salve!

Secondo me non è che stiamo valutando bene la situazione.
Forse io un po' meglio di voi perché registro giornalmente gli eventi atmosferici della mia zona.
Quando io ero al Sud, ho visto su SIR che ha piovuto abbastanza, ma non poi moltissimo.
Però prima, durante e dopo ha tirato un vento boia.
Tanto per dirne una, questa sera a Firenze-Peretola, venti intorno Nord fino a 22 km./h.
Con temperature che superano da giorni i 30°C e attualmente si sono piazzate oltre i 35°, pensate che il terreno rimarrà bello umido?
A questo punto l'augurio sarebbe (e sembra sarà proprio così) che il caldo continui finché non sarà sterilizzato tutto.
E poi, magari, dopo (ma qui sta il busillis) piova, se può tanto (spes ultima dea).
Se lo farà bene, altrimenti cavoli acidi.

E buona notte a tutti!

mario ha detto...

Sure! Il discorso riguardante il vento è fondamentale. Nell'ultimo post, a differenza dei precedenti, non ho voluto citarlo per non rischiare di essere ridondante, ma sì, probabilmente, anche dove sono stato io, vi saranno stati alcuni giorni di vento che hanno contribuito a seccare tutto troppo in fretta. Io a differenza tua non monitoro giornalmente gli eventi atmosferici con cotanta costanza e probabilmente mi sono perso qualcosa. Concordo con il discorso del caldo-sterilizzante a questo punto. Le previsioni che ho visto io parlano di possibili temporali sul nostro appennino verso metà luglio. Vedremo...
Saluti a tutti i lettori.
Mario

massimo ha detto...

Buongiorno Angiolo,
concordo con quanto detto da te e Mario nei post precedenti.
Comunque anche se non concordarsi, la situazione non cambierebbe, il bosco anzi i boschi sono veramente secchi, ieri mattina sono tornato dove ero domenica scorsa e non c'è più niente che esce fuori dal terreno crostoso al castagno, sono arrivato fino al faggio, dove domenica ne avevo trovato uno e ci ho trovato il fratello un fungotto molto tirato e bello, ma solo quello e quando l'ho aperto a casa sembrava un groviera da come era forato sia il gambo che la cappella, pazienza.....
Chissà se verso l'Abetone sarà la stessa musica?
Sapete qualcosa?
buona giornata a tutti

Angiolo ha detto...

Ciao Massimo,

c'è poco da fare.
I funghi non vogliono un tempo come questo.
Finora ha fatto esattamente tutto il contrario di quello che sarebbe servito.
Vento sempre, anche forte, e temperature dapprima basse, al limite dell'insufficienza, e poi subito a livelli da solleone.
Ieri mi sono dimenticato d'aggiungere che poi c'è anche il disastro dello schianto (dell'abetina, io bazzico parecchio quella) unito all'azione dei cinghiali che su quello si sono accaniti ancor di più.
Dove vado io sembra contrato col trattore.
Il che facilita, qualora ve ne fosse bisogno, la disidratazione dell'humus.
Insomma il peggio del peggio.
Adesso speriamo che nella seconda metà del mese comincino le burrasche (Sant'Anna, etc.) e poi venga una stagione un po' più normale.
Magari come succede in Romania o Bulgaria (ma che c'hanno, il fiocchino rosso?, si!), paesi da cui ci hanno mandati delle migliaia di tonnellate di funghi, quest'anno e anche quelli precedenti.
Qua invece sembra che ci sia la maledizione di Tutankhamon.
Io francamente penso che se andassi in un paio di forre che conosco sotto la Croce del Pratomagno qualche fungo ce lo potrei anche trovare.
Ma in queste condizioni proprio non mi piace, mi fa venire solo il magone.
Preferisco restare a sbrigare l'arretrato che mi si è accumulato e non pensarci.
Verranno tempi migliori, almeno si spera.

Un cordiale saluto a tutti!

massimo ha detto...

Eh si Angiolo, le abetine sono veramente messe male, le ho visitate e filmate quando è venuta quella tempesta di vento e successivamente nella ricerca di dormienti, (anzi a proposito dei dormienti devo sicuramente ringraziarti se oggi ne trovo un pò, in virtù di tutto quello che hai scritto sull'argomento, nei tuoi post dall'apertura del Blog in poi), tornando sull'abetine, un fungaiolo, l'anno scorso sull'argomento mi diceva che forse era quasi un bene che fossero state sfoltite per fare entrare luce acqua ecc... più di prima, speriamo che abbia ragione, chi vivrà vedrà....

Buona domenica a te famiglia e tutto il resto

Angiolo ha detto...

Ciao Massimo!

Sì, di questo sono convinto anch'io.
I Porcini vogliono la luce, non per niente tendono a nascere sui costoni e ai margini delle radure, dove la vegetazione è meno compatta e dà modo alla luce del sole di raggiungere il suolo (e scaldarlo).
Inoltre penso, è una convinzione che mi sono fatto nel corso degli anni nella mia crassa ignoranza, che gli piaccia molto dove c'è parecchio materiale legnoso da "digerire" (la "carne" del Porcino contiene molecole molto simili per struttura alla cellulosa, se ricordo bene, ragion per cui alcuni lo ritengono un fungo piuttosto indigesto).
Non per niente questi funghi tendono a nascere spesso in vicinanza dei tronchi morti e anche dove ci sono parecchie frasche in terra (d'accordissimo che è più facile che ci restino).
Quindi, con tutto il tappeto che c'è di fronde d'abete strappate dal vento e i tronchi che in buona parte inevitabilmente (hanno voglia di tagliare e portare via!) si macereranno sul terreno, verificandosi beninteso le condizioni favorevoli, la nascita dovrebbe trarne giovamento.
Se....ci ho capito qualcosa e andrà tutto per verso il giusto.
Per ora, tutti fermi e speriamo bene.

Cordialmente.

Anonimo ha detto...

Buonasera Angiolo,
e un saluto a tutti gli amici del blog. In questo periodo ho avuto molti impegni tra i quali anche la maturità appena conclusa del più piccolo che mi hanno tenuto lontano dai boschi nonchè dall'intervenire sul blog che però non ho mancato di leggere tempo per tempo. Per i funghi a parte la buttata maremmana a cavallo di S. Giovanni, peraltro concentrata nelle poche località che avevano "beneficiato" della grandine e qualche segnalazione di ritrovamentei nei castagni del Pratomagno e del Chianti la stagione finora è stata veramente a "avara". Oggi per sfuggire dalla calura di Firenze sono stato in zona Vallombrosa ed ho potuto constatare icto oculi sia il disastro causato dal fenomeno atmosferico che l'aridità andante del terreno. Ho notato anche in alcuni punti ai bordi delle strade sono stati ammassati grandi quantità di tronchi che a mano a mano vengono portati a Vallmbrosa e da qui caricati sopra grossi camion per avviarli ad altre destinazioni. Anche dove è passata la mano dell'uomo per rimuovere i tronchi ci però ancora enormi radici ribaltate e il bosco è tutto sotto sopra: un vero disastro. Attendiamo le piogge preannunciate per la prossima settimana e un clima un pò meno rovente per sperare in nuove nascite e nei tuoi sempre apprezzatissimi reportage.
Nel frattempo saluto cordialmente te, signora e quadrupede e tutti gli affezionati amici del blog.
Gigino

claudio ha detto...

Ciao Angiolo, come state, funghi a parte ovviamente! Avrei bisogno di una tua opinione micologica....c'è in ballo una cena..Nascano prima i porcini o i galletti???
Per me i primi ma alcuni compagni di sventura la pensano al contrario.Grazie e un saluto a tutta l'allegra brigata.

Angiolo ha detto...

Ciao Claudio!

Bentornato!
Prima i Cantarelli o i Porcelli?
Io fossi in voi farei alla romana.
Che ognuno paghi il suo conto.
Io non ho la verità e neanche pretendo di possederla.
In tutti questi anni (ormai troppi, e lo diventeranno sempre di più...) ho visto nascere prima gli uni o gli altri a seconda dell'andamento stagionale e talvolta in funzione neanche di si sa che cosa.
Addirittura i Gallinacci li ho trovati anche di febbraio nell'erba delle ulivete (quando cercavo i Cimballi).
Però si tratta solo di stagione, secondo me.
Per mia convinzione a bosco fermo i Porcini sono i primi a uscire, parlo degli Estatini.
Però se è piovuto troppo, lo sappiamo tutti benissimo, non li vedi neanche se minacci il suicidio.
Mentre escono le Giallarelle.
Ragion per cui, come dicevo, darei un pari.
Poi senz'altro ci sarà chi la pensa in altra maniera, nell'un senso o nell'altro.
Quindi, che ognuno si paghi la sua cena e......l'ultimo chiuda la porta (Nick Carter by Bonvi).

Un cordiale saluto a tutti i commensali.

claudio ha detto...

Grazie e speriamo di vederci presto nel bosco!

Roberto Rossi ha detto...

senz'acqua si stagna!!!! Saluti a tutti!!!

LUCA ha detto...

ciao Angiolo,
una domanda.... secondo te quanti millimetri d'acqua devono scendere per far sperare in una nascita dopo tutti questi giorni di super caldo? 10mm d'acqua potrebbero bastare?
grazie e buone vacanze a tutti !!!!!

Angiolo ha detto...

Buongiorno Luca!

Direi proprio di no.
Tieni presente che un centimetro di acqua normalmente non arriva neanche in terra.
Si ferma sulle fronde degli alberi, in massima parte.
E poi con il terreno a quasi 40 gradi evapora nel giro di una mezza giornata.
Ci vuole ben altro.
All'Abetone gli anziani dicevano che per far venire la fungata, di quelle buone, ci volevano tre giorni di pioggia.
Magari esageravano e a noi potrebbe bastare anche una fungata un po' meno buona.
Comunque ieri e il giorno prima in alcuni posti ha piovuto un po' di più.
E poi per i prossimi giorni le previsioni danno grossi temporali (la classica burrasca di Sant'Anna, speriamo che venga).
Se la fa, siamo a cavallo.
Altrimenti bisogna aspettare.
D'altronde fanno come vogliono.

Un cordiale saluto a tutti!

Paolo2 ha detto...

Ciao a tutti,
oggi su da me ha fatto tre ore di pioggia e la terra è bella bagnata...
Su a Vallombrosa.Non sono andato a vedere, ma da me ha bagnato bene.
Saluti a tutti (spero di ricordarmi giusto il none dai commenti dell'anno scorso ;-)

Paolo2 ha detto...

Qui tutto tace... siete troppo impegnati a raccogliere e mangiare? X-D
Io lavoro ancora per un tre quattro giorni, mannaggia...
Non vedo l'ora di mettermi all'opera!
Saluti a tutti

Antonio Daprato ha detto...

Ciao Paolo 2 e ciao a tutti gli altri della truppa. Così non ti senti troppo solo.
Io non sono riuscito ancora a fare una uscita, comunque qui (Prato) sabato ha piovuto due ore belle abbondanti, domenica ho infilato la vanga nel terreno, risultato l'acqua ha bagnato si e no i primi 3 mmm, quindi mi sa che se non piove bene davvero di funghi non se ne parla. Buone vacanze a tutti.
Antonio da Prato

romagna83 ha detto...

Ciao a tutti,
io per motivi diversi sono tre settimane che sono ai box e venerdì partirò per la Grecia. Sinceramente, l'acqua che ha fatto nelle mie zone (confine tosco-romagnolo) sia molto scarsa e insufficente, lasciamo che ad agosto faccia pure il Sol Leone e iniziamo ad incrociare le dita per una bella pioggia di un paio di giorni a fine mese/inizio settembre. Possibilmente seguita da altre piogge e poco vento. Ci sarebbe un esplosione di edulis non da poco...

Saluti e buone vacanze a tutti

Ale

Paolo2 ha detto...

Via domattina vo su, poi vi dico, vediamo se trovo qualcosa, da incapace totale...

Anonimo ha detto...

Caro Angiolo,
sinceramente non mi aspettavo un unizio di stragione micologica così parco che peraltro sta andando oltre la più pessimistica previsione.
Qua a Firenze poi il 1° agosto è successo il finimondo come ormai noto a tutti.
Parto per la vacanze e mi porto dietro il cesto sperando che il substrato finalmente riscaldato a dovere dia qualche frutto alle prime piogge e che il caldo smorzi finalmente la presa. Saluti a tutti ci risentiamo a settembre.
Cordialmente
Gigino

Angiolo ha detto...

Ciao Gigino!

Parti tranquillo.
Il cesto puoi anche lasciarlo a casa.
A meno che tu non vada al Nord e allora lì le cose potrebbero andare diversamente.
Qua ormai se ne parla per la fine del mese, ammesso che le piogge che dovrebbero venire tra domani e il giorno seguente, almeno così dicono,arrivino davvero.
Sembra proprio che le stagioni vadano sempre peggio.
L'anno scorso era già stato un annus horribilis.
Speravo quindi che il 2015 sarebbe andato alla grande.
E infatti è andato....in tasca.
Almeno per il momento.

Buone vacanze e un saluto cordialissimo, a te e a tutti gli altri Amici del Blog.

Angiolo, Tomoko und Kamillen

Paolo2 ha detto...

Confermo, anche al Saltino secco micidiale.
Ieri e oggi ha piovuto ed è scesa parecchio la temperatura, ma non è che due giorni cambino le cose.
Vedremo...

Angiolo ha detto...

Ciao Paolo 2.

Ieri c'ero anch'io, nella Foresta di Sant'Antonio.
E, almeno fino alle 18, aveva piovuto pochissimo (la giornata ha chiuso con cinque mm. virgola quattro).
Però oggi ce ne ha fatta 46 litri, per mq.
Quindi il secco ha fatto fagotto.
Tutto sta a vedere cosa imbastisce il tempo nel prosieguo.
Se si mantiene in limiti di temperatura ragionevoli (si spera, perché la "rottura" c'è stata e le giornate accorciano velocemente) e tira poco vento che non sarebbe poi chiedere molto, visto lo sproposito che ce ne ha dispensato finora, dovrebbe arrivare la nascita dal 22 agosto in poi (più o meno).
Fermo restando il fatto che il destino è nel grembo degli dei.
Chi vivrà vedrà.

Un cordiale saluto a tutti!

Alessandro da Grassina ha detto...

Ciao Angiolo,
il pluviometro dice che a Pari è venuta giù tantissima acqua. Certo che quelli sono posti che ne richiedono quantità esagerate. Come la vedi?
Un caro saluto.

Angiolo ha detto...

Ciao Alessandro!

Non te ne avere a male ma io la vedo lontana.
Nel senso che sono ambienti che non mi piacciono e ci vado solo quando non ne posso fare a meno.
Generalmente ci vado a fine settembre/ottobre.
Per il resto dipende da come si comporterà il tempo.
Per l'Assunta mettono altre piogge.
Così io direi che dovrebbe venire qualcosa da tutte le parti.
Poi, ripeto, chi vivrà vedrà.

Un cordiale saluto.

Mateusz ha detto...

Salve Angiolo,
c'è una questione che mi opprime da molto tempo... ma nelle pinete del nostro Pratomagno è possibile trovare porcini? Parlo di grossi rimboschimenti di pino nero che sono sparsi un po' ovunque. Finora non sono riuscito a stabilire se è vero o no, anche ricercando su internet... So che nelle pinete della Sila nascono i porcini ma lì hanno dei pini diversi forse...
Cordiali Saluti

Angiolo ha detto...

Ciao Mateusz!

Per quello che ne so, no.
Anche se spesso c'è misto il castagno in forma di arbusto e allora ci si possono trovare, ce li trovavo.
Mentre invece ne trovavo tanti fino a una ventina abbondante di anni fa nelle pinete di Jesa (pino marittimo).
Ci nascevano gli Edulis, a vagoni, fino alle soglie del Natale.
Poi lentamente cominciai a trovarci sempre meno gente a cercarli e a trovarne anch'io parecchi di meno.
Finchè sparirono del tutto.
L'ambiente era a pino marittimo, appunto, corbezzolo e scopa, principalmente.
Per me è sempre rimasto un mistero perché ci nascessro e poi perché abbiano smesso.
Al Nord per quello che mi hanno raccontato, perché io non ce li ho mai trovati ma neanche cercati, è sotto pino silvestre (bastardi e rossi).

Un cordiale saluto a tutti.

Roberto Rossi ha detto...

Un saluto a tutti... Rientrato fresco fresco dalla montagna in Piemonte (dove finalmente qualcosa ho raccolto) mi preparo per il nostro caro appennino. Se non ho capito male ha fatto un pò di acqua di quella giusta.....

Leonardo ha detto...

Buonasera a tutti gli amici del blog....
Approfitto di questo momento di calma per fare una domanda ad Angiolo (e chiunque mi voglia rispondere/aiutare), porcini e douglas vanno d'accordo? Quassu' hanno gia' iniziato ma per ora i "migliori" raccolti gli ho fatti....a bordo strada!
Un saluto dalla Scozia!
Leo

Angiolo ha detto...

Ciao Leo delle Highlands!

Funghi e Douglas.
Evidentemente non hai letto quello che ho scritto diverse volte.
Mi ripeto.
Per me, ma è solo la mia opinione cioè quella di uno che conta quanto il due di picche quando la briscola è a cuori, la Douglasia qui da noi non ha funghi simbionti.
Nei luoghi di origine, la costa occidentale del Nord America, non so.
Qua no in quanto, se ricordo bene quello che ho letto parecchio tempo fa, si è estinta con l'ultima glaciazione.
Oltre diecimila anni fa, quattrocento generazioni più o meno.
Certo che poi, specie sul margine delle piantate perché appunto è soltanto di impianto artificiale o se nelle medesime è rimasto incluso qualche "estraneo" (castagno, faggio o cerro), ci possono nascere dei Porcini e anche altri funghi simbionti.
Altrimenti solo saprofiti (tra i quali il Prugnolo, abbondantissimo in Consuma) o parassiti.
Per quello che ne so, poi se qualcuno mi smentisce, tanto meglio.

Un cordiale saluto e beato te che trovi perché qui, per il momento, siamo ancora fermi.



Leonardo ha detto...

Grazie Angiolo,
per la ripetizione e la risposta come sempre esaustiva!! Ti faro' sapere se la teoria e' confermata anche quassu'....

Leo