martedì 31 ottobre 2017

Fine corsa.

Buona sera!

Dopo diversi giorni piuttosto impegnati, stamani siamo riusciti a fare una scappata nel bosco.
E quello che abbiamo visto non ci ha soddisfatto per niente.
Intendiamoci, le previsioni erano quelle ma, come detto altre volte, si spera sempre d'incappare in una giornata fortunata.
Invece oggi di bello c'è stato solo il tempo, come del resto avviene ormai da svariati mesi.
Venticello bello teso, cielo sereno, terreno extra-dry e...niente funghi.
Solo qualche Amanita muscaria e pochissimi Boletus edulis piuttosto sciupati dalla siccità feroce di questi giorni.
Ormai penso proprio che non torneremo più nel bosco fino alla stagione nuova.
A meno che non piova presto e senza che venga il freddo.
Che non sarebbe pretendere poco.

Ecco le foto:


Primo Bastardo. Non si capisce bene cosa sia. Letteralmente esploso per il secco. Notare il lembo di cuticola in alto. Alcuni pezzi del cappello in terra e gli altri spariti (animali?).

Questo affiorava ma...


aveva il compagno più vecchio tenuto sotto dalle radicelle dell'abete, in apnea.

Estrazione difficoltosissima, ma alla fine eccoli qua.

Nel terreno calcinato.

Questo stava per fare la fine del primo della giornata.

Il compare (due cappelli e due gambi fusi).


 
Terreno veramente secco, morto.


L'ultimo, un po' attaccato dalla muffa.


Niente di che.


Un cordiale saluto a tutti!

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Emanuele
Bhe angiolo con sto secco ti meriti i complimenti. Ma quelle bellissime clitocybe giganti non le hai più viste? Domenica un Po d acqua l ha messa ma sarà vero?

Francesco ha detto...

Buongiorno,
fra oggi e i prossimi 4-5 giorni dovrebbe piovere abbastanza, circa due settimane fa ho avuto modo di parlare con un micologo di lungo corso (ASL), e a sentire lui, per il caldo straordinario che ha fatto quest'anno, basta un po' di pioggia e faranno fino a dicembre, anche se le temperature scendono la terra è calda... Angiolo, vista la sua lunga esperienza, ha un parere al riguardo?
Grazie.
Francesco

Angiolo ha detto...

Ciao Francesco!

Benvenuto.
Vogliamo continuare a macerarci nel dolore?
Io l'ho già scritto e ripetuto.
Poi senz'altro meglio se lo dice un micologo di lungo corso, ma il discorso (scusa la cacofonia) non cambia.
Certo che se piove i (pochi) funghi che stanno nascendo continueranno!
Ma quei pochi, e se permangono alte le temperature.
Come oggi.
Perché, se dopo la pioggia (prima deve venire però e per il momento, qui da me, fa le finte) arrivano la tramontana e un bel palmo di neve, la stagione dice ciao.
E se ne va (se ne va comunque, beninteso).

Un cordiale saluto.

massimo ha detto...

Ciao Angiolo,
dalle mie parti si dice "se la mi nonna avesse avuto le ruote sarebbe stata un carretto", così è su tutte le discussioni che riguardano qualcosa di non scentifico o matematico, il fatto è che il bosco è in condizioni assurde e soprattutto, dopo i porcini non nasce niente, almeno per ora, però anche io sarei dell'idea che se fosse venuta un pò d'acqua quest'anno sarebbero durati fino a tardi ma così non è ecc. ecc....
Ieri sono stato nel bosco e ho trovato due porcini vecchi, mentre lunedi ne avevo trovati due ma givanotti e la cosa mi aveva dato qualche speranza e invece ieri l'ho persa del tutto....anzi se la trovate è mia.
salutoni a tutti
massimo

Mario ha detto...

"e invece ieri l'ho persa del tutto....anzi se la trovate è mia" Massimo wrote

ahhah hai ragione Massimo, ma penso che la tua speranza non la troverà nessuno
Questo per due motivi: primo, nel bosco non va più nessuno. Secondo: anche ad andarci, se ne troverebbero così tante di "speranze" abbandonate tra le foglie secche, (compresa la mia) che trovare la tua ,Massimo, sarebbe alquanto improbabile. ;-)
Volete che vi dica la mia? No?!? Ok, ma ve la dico lo stesso;-) Ormai è tardi ragazzi, anche se nei prossimi gg dovesse piovere bene. Augh!
Saluti a tutti
Mario (Prato)

Anonimo ha detto...

Emanuele
Ciao angiolo come state? Colgo l occasione di farvi un saluto per riportare il resoconto dell ultimo periodo.
Quest anno per ora niente lardaioli, ne trombette, ne giallarelli, ne ordinalesse . Ho trovato 7/8 nebularis in un unica fungaia e neglj ultimi giorni delle belle procere. Con quelle chiuse abbiamo fatto un ottima salsina per i crostini di natale.

Anonimo ha detto...

Salve a tutti gli amici del Blog, ieri ampio giro nella Toscana del Sud, confermo quanto detto da Emanuele, aggiungendo la mancanza assoluta anche di qualsiasi tipologia di Leccini, a conferma di un fine stagione molto difficile.Cmq sulla costa, buon raccolto di splendide Macrolepiote,in attesa di ulteriori piogge,che potrebbero permettere alcuni exploit finali.Cordialmente.Dr.De Funginis.

Mario ha detto...

Venticinque anni che vado a funghi. Non avevo mai assistito ad una stagione come questa. Prima volta nella "mia personale" storia da fungaiolo, che non avvisto nemmeno un galletto in tutto l'autunno... Adesso mi domando se sarà così fino alla fine dell'anno e se salterà quindi anche la stagione di un'altra cantarellacea, il Lutescens. Probabilmente sì, direi, a questo punto. Ed in questo quadro del tutto sconsolante, dopo aver sentito che il 2017 è stato l'anno più siccitoso dal 1800 ad oggi(!!! ) trovi una persona su un forum(non faccio nomi ovviamente) che ha avuto l'ardire di scegliersi come nickname un'assoluta idiozia come "solosole" !!! Ma questa gente dove vive? Ma si rende conto di quello che sta accadendo, o no? Piccolo sfogo, scusate. Saluti a tutti.
Mario (Prato)

Paolo Cozzi ha detto...

Ciao Angiolo buongiorno, questa mancanza di comunicazioni è assordante.
In questo periodo anche in mancanza di funghi ti facevi sentire per gli auguri e per informarci circa i tuoi movimenti e i concerti di Tomoko.
Spero di cuore che vada tutto bene e che si tratti solo di tempo dedicato a impegni più importanti del blog.
Faccio tanti auguri a te e famiglia con la speranza di un anno 2018 migliore di questo che sta per finire (anche per i funghi).
Di nuovo tanti auguri a te e a tutti i partecipanti al blog

Paolo

Angiolo ha detto...

Ciao Paolo!

Come vedi ti ho accontentato, ma lo avrei fatto indipendentemente dal tuo intervento.
Hai ragione, il silenzio è assordante.
Ma non il mio, quello della stagione.
Se così vogliamo chiamarla.
Sono restato in silenzio perché non c'era niente da dire.
Di funghi in pratica non ne ho più visti e del resto neanche ci sono andato.
Qua, tanto per dirne una, nei giardini lungo l'Arno, a fine novembre/inizi dicembre nasceva la Volvaria gloiocephala, piuttosto abbondante.
Quest'anno non ne ho vista neanche una.
Per il resto, hai ragione siamo stati molto indaffarati.
Tomoko con i concerti, suoi e di altri, io con calendari, fumetti e il mio ruolo di camarlengo, tutti e due (anzi tre) viaggiando per l'Italia (quest'anno Pianura Padana).
Non c'era tempo ma soprattutto non c'era nulla.
Comunque, un cordiale saluto e molti sinceri auguri di Buone Feste ancora, a te e a tutti gli Amici del Blog.

Angiolo

Mario ha detto...

http://www.lanazione.it/prato/cronaca/porcino-record-funghi-prato-1.3453322
Angiolo, fa sempre piacere sentirti. Leggo che ti diletti ancora con i fumetti. Hai qualche titolo in particolare che ti appassiona più di altri? By the way, mentre cercavo di arrivare su queste pagine, ho digitato "funghi Toscana" ed è saltato fuori l'articolo, di cui ho messo il link. Risale ad ottobre, ma l'ho visto solo ora...Approfitto per salutare te, Tomoko e tutti gli amici del blog ed augurarvi Buone Feste! Ciao. MArio