venerdì 18 marzo 2016

Vento forte, i Prugnoli si rintanano sotto le foglie.

Buongiorno!

Questa mattina abbiamo fatto un'uscita in tre, al confine con la provincia di Firenze.
Zona collinare, terreno ancora bagnatissimo ma con le foglie strasecche e arricciate per le tramontanate di questi giorni, non ultima quella di ieri con NE a quasi 20 nodi.
Come temevo i Prugnoli non hanno gradito e, pur rimanendo abbastanza freschi anche se con qualche strappo della cuticola per l'asciutto, non sono cresciuti un granché, tranne che in qualche punto un po' più umido.
Comunque la giornata era splendida, la temperatura oltremodo gradevole, il paniere alla fine quasi pieno (anche oggi non c'era anima viva) e così ci siamo beati tra marruche e biancospini (!). 
Temo comunque che nei giorni prossimi, se non piove e spero di sbagliarmi ma ho l'impressione che non lo farà per un pezzo, la situazione per questi funghi diventerà critica.
Per i Dormienti invece penso che non dovrebbero esserci problemi, almeno per il momento.
Avremo modo di verificare all'inizio della settimana prossima.

Intanto ecco le foto di questa mattina:


L'ambiente.





La vita. Una "epidemia" inarrestabile.





Ed eccoli qua, i Prugnoli (Calocybe gambosa) in mezzo alle foglie secche.




Notare le fratture della cuticola causate dal clima asciutto.
























Questo non è un Prugnolo.

















Qualcuno anche bello.








Molti però sul piccolo. Frenati nella crescita dal clima avverso.


Anche questi cominciano a crettarsi sul cappello.





Stupendi, sotto un marrucone crollato. Paradossalmente allo scoperto, con il muschio però.

Molto grossi.


Roba extra-lusso.












Grande Prugnolaia, però molto noiata dagli animali. In questa situazione difficilmente cresceranno.


Anche qui la situazione è critica.










Esili, non hanno sfogato.








Sulla via del ritorno, nella piaggia riscaldata dal sole. Notare l'espressione conciliante del cane-drakul.

Meglio se sta lontano. E poi non è andata male.



A casa.





Un cordiale saluto a tutti!

6 commenti:

massimo ha detto...

Bellissimi, meravigliosi prugnoli, belle foto, un bel paniere di delizie, ma era lo stesso posto della scorsa settimana?
Complimenti tutti e tre
mssimo

Angiolo ha detto...

Buongiorno Massimo!

Scusa se non ti ho risposto ieri sera ma ero un po' incasinato.
Sì, lo stesso posto.
Ma il vento ha fatto danno.
Speriamo che piova, lo darebbero per la prima parte della settimana, altrimenti sarà un problema.
Almeno per i Prugnoli, ma alla lunga anche per i Dormienti.

Un cordiale saluto.

claudio ha detto...

Grande Angiolo.non ho altre parole

mario ha detto...

ahha hahh. Il cagnolino accanto al cestino coi Prugnoli aveva un'espressione del tipo: "appena questi si distraggono, agguanto il cesto con un morso e me la svigno"...
Complimenti per il raccolto, a te e signora.
Ciao.
Mario

Angiolo ha detto...

Ciao Mario!

Grazie per i complimenti (e grazie anche a Claudio).
Temo però che tu abbia equivocato sul significato dell'espressione stampata sul muso del cagnolino ('na belva).
Forse perché non c'è audio e quindi non si sente il ringhio a mezza gola dello scellerato.
Il fatto è che Tomoko cercava di trattenerlo per fare la foto.
Mentre quello minacciava sfracelli.
Al che normalmente io rispondo mostrando il pugno (che un paio di volte gli ho anche mollato, in passato).
Perché altrettante volte mi aveva morso, una volta anche pesantemente.
Per fortuna ora è un pezzo che se ne astiene, forse perché non gli era piaciuta molto la contropartita ottenuta all'istante, appunto.
Est uno serpente, est!

Un cordiale saluto.

Paolo Cozzi ha detto...

Buongiorno Angiolo oggi piove e penso che per te sia una gioia. Complimenti per le raccolte e per l'energia e l'entusiasmo che dimostri. In effetti la belva ha un'espressione più a cerbero che non a faina pronta a sgraffignare il paniere ma accanto a Tomoko tutto appare dolce e gentile.

Saluti

Paolo