venerdì 6 novembre 2015

Verso il tramonto.

Buongiorno e ben trovati!


Questa mattina ho fatto una scappata di là dalla Consuma.
C'era qualche macchina, il terreno è bello, le foglie secche per il vento tirato, i Bastardi piuttosto radi ma con qualche bel pezzo e qualcuno sciupato dagli animaletti del bosco.
Vedo che molti sono impazienti ma io faccio quello che posso, anche perché il poco tempo che mi rimane libero, assolti gli impegni quotidiani, vorrei spenderlo nel bosco.
Quindi metto le ultime foto scattate: 












Bei pezzi al faggio, nelle fondate.


Un bel "moccicone".


Questo invece en plein soleil.



Un cordiale saluto a tutti!

24 commenti:

mirco paola ha detto...

Buonasera Angiolo, siamo di nuovo Paola e Mirco di Pesaro. Poche righe per raccontare che anche noi oggi eravamo da quelle parti e sicuramente è stato l' ultimo viaggio per quest anno.
Luogo sempre tra l Abbazia e Consuma, poche auto e a un certo punto avremmo detto pure pochi funghi. Poi dopo un lungo girovagare abbiamo imbroccato due costoni dove probabilmente erano giorni che non c'era passato proprio anima viva e abbiamo tirato su un mezzo paniere abbondante di porcini alcuni dei quali per dimensione si vedevano da lontano. Anche questo giro il cosiddetto fattore k è stato l'elemento dominante. Ti inviamo per mail alcune foto particolari e una di gruppo per il solo piacere di condividerle. Cordiali saluti

massimo ha detto...

Ciao Angiolo,
me lo immaginavo questa mattina che saresti stato a caccia di boletus, zitto zitto come un segugio, buona caccia hè, anche se tu sei abituato a ben altro in quel posto però visto il periodo....domani mattina vado anche io a vedere com'è la situazione, speriamo di incrociare sul mio cammino un corteo di boletus.... chissà.

saluti
massimo

Anonimo ha detto...

Salve a tutti...è da diverso tempo che leggo senza intervenire, adesso mi sembra giunto il momento di fare i complimenti più sinceri a Paola e Mirko di Pesaro che ogni volta che vengono in zona Vallombrosa riempiono il paniere di Porcini, praticamente ne hanno trovati più dei locali (me compreso) che di quei boschi conoscono vita, morte e miracoli...beh al di la del fattore K, credo che abbiano anche del grande intuito, perché di Porcini nella zona da loro descritta quest'anno ne sono nati davvero pochissimi... Complimenti ancora.

Dottor De Funginis

Anonimo ha detto...

Buonasera Angiolo,
non ti smentisci, complimenti davvero!
Oggi ho fatto una nuova uscita in maremma prima zona miniere dove ho trovato solo qualche raro nero ma ancora bellissimi per poi ripiegare verso casa dalle colline metallifere dove invece è veramente tutto fermo e le foglie cantano sotto i piedi.
In questi giorni sai mi è capitato tra le mani l'album dei ricordi e ho ritrovato una foto del 1990 dove avevo raccolto in Secchieta ai bordi della panoramica tra i ginepri un gran numero di bastardi bellissimi e sanissimi: che nostalgia.....!
Cari saluti a tutti
Gigino

Roberto Rossi ha detto...

Ecco perchè io sabato non ho raccattato boccino... c'eri passato te il giorno prima....
Una domanda Angiolo, visto che il posto è il solito, volevo sapere un tuo parere... Il bosco mi è sembrato bagnato, le temperature buone (sabato mattina alle 6 c'erano 12 gradi) secondo te è possibile che nasca ancora qualcosa, oppure no?

Anonimo ha detto...

ciao...

avete smesso di cercare??

io vorrei fare una capatina in maremma ma fare 300 km tra andata e ritorno senza info...è dura....sapere niente?

grazie a tutti gli appassionati!

daniele
firenze

Angiolo ha detto...

Ciao Roberto!

Cosa vuoi che ti dica...
Io, a differenza di altri, non ci capisco nulla.
La temperatura è mite, il terreno è bagnato e nasce pochissimo.
Che sia colpa del vento, dal momento che in superficie si sta formando un pochina di crosta.
Ma anche questo...
Ho visto nascere i Porcini con lo strasecco, ed ora...
E poi, ha fatto pure la luna, quella che smuove tutto.
E difatti è tutto tanto favorevole che funghi nix!
Tutti, non solo i Porcini.
A proposito, un mio amico che ha casa a Montemignaio stamani mi ha detto che gli avevano fatto vedere poco prima, quand'era lassù, un Bastardo di 1.350 grammi.
Trovato al castagnoooo!!!
E allora?

Basta così e...un saluto!

Anonimo ha detto...

Buona sera a tutti.. Ho una domanda per angiolo, essendo tu un'esperto in micologia, visto che con queste temperature e il bosco ancora bagnato i funghi dovrebbero uscire quasi per forza in questa stagione, e invece ne continua ad uscire uno ogni km....... Secondo te può influire in negativo il fatto delle pioggia acida dovuta dall'inquinamento sempre piu elevato limitandone la nascita dei funghi? Un saluto marco casentino

Angiolo ha detto...

Ciao Marco!

Secondo me no.
L'altr'anno a metà novembre se ne trovavano parecchi, anche sotto la neve.
E l'inquinamento non era da meno.
Il fatto è che ogni stagione è diversa da quelle che l'hanno immediatamente preceduta e anche da quelle che la seguiranno.
In parole povere...fanno come vogliono (come al solito).
E poi c'è un punto di partenza un po' sopra le righe: io non certo un grande esperto.
Soltanto un appassionato con parecchia pratica alle (e sulle) spalle.

Un cordiale buona notte a tutti quanti, anche da Tomoko e da Camillo, il dormiglione.

Anonimo ha detto...

Ok grazie per la risposta.. Avevo sentito questa notizia sulle piogge acide che compromettono marginalmente la crescita dei funghi anni fa, e visto che quest'anno in estate nn ha praticamente mai piovuto fino a quasi fine settembre, mi era sorto il dubbio che ci fosse stato un grande accumulo di inquinamento nell'aria e che la prima pioggia dopo mesi di assenza avesse scaricato nel terreno una quantitá di inquinamento sopra la norma, tanto da danneggiare la crescitá di funghi, ma le mie sono solo supposizioni da ignorante in materia.. date soprattutto dal fatto che a me sembra veramente tanto strano che nn ci siano nascite ora, con questo clima e bosco ancora bagnato.. Ba... Io mi aspetto qualcosa in basso dal 15 al 20 di questo mese, (aereus su quercie e scope) per la pioggia caduta a fine ottobre, se danno buca anche in quei giorni secondo me per quest'anno sará finita.. Saluti marco.. E buona notte pure a voi tre, e agli altri.

pibal ha detto...

non disperate
l'importante è non lasciarsi (sor)prendere dall'horror vacui

Angiolo ha detto...

Eilà pibal!

Difficoltà a prender sonno?
Oppure un pensiero fisso, un mantra?

Se vuoi te ne posso suggerire qualcun altro:

Cupio dissolvi

Damnatio memoriae

Memento mori


Un cordiale saluto.

mario ha detto...

Ahhhhh ahh
grazie Angiolo.
Anche oggi mi hai strappato una risata ed, al contempo, mi hai insegnato un pò di latino:
Cupio dissolvi mi mancava, effettivamente.
Saluti a tutti, pibal compreso.
Mario

massimo ha detto...

Grande Angiolo, buongiorno
pure lezioni di latino ci proponi, non si finisce di meravigliarsi e non ci si stanca mai aprendo il tuo blog.
Ieri sono stato in cerca di porcini agli abeti zona Consuma, ne ho trovati sei, peccato che uno l'ho dovuto lasciare nel bosco da come era messo male, era il più grosso, son convinto, se fosse stato sano era qualcosa più di un chilo peccato....
le foto le ho messe su google+ YouTube Max Prattini.

saluti e buona giornata a tutti
massimo

Anonimo ha detto...

Buonasera Angiolo,
anch'io ho fatto una uscita nelle abetine della Consuma e ho trovato qualche bel bastardo. Peraltro in zona ho incontrato anche cercatori della Romagna con dei bei pezzi che nei giorni scorsi mi hanno raccontato di aver fatto delle uscite proficue in zona. Mi sembra però che come sempre il titolo del tuo post sia il termometro della situazione.
Un caro saluto a tutti.
Gigino

Roberto Rossi ha detto...

via via... stamani ultima veloce uscita... non ho più raccattato un porcino...Quest'anno chiude così un'annata, dal punto di vista delle raccolte, veramente balorda. Ovviamente per me.
Buon svernamento a tutti

massimo ha detto...

Ciao Angiolo,
vedendo tramite la webcam, la consuma inbiancata dalla neve oggi stesso, mi è venuto in mente la tua raccolta di edulis fatta al di là della consuma, qualche anno fà sotto la neve, ho scartabellato i tuoi post (per riguardare le foto) ma non ho trovato niente, tu ti ricordi l'anno per caso?
Io penso che giovedì (se c'è il sole come oggi) andrò a dare un'occhiatina nelle abetine dove di solito vado, l'altra settimana ne ho trovati uno, ma chissà se questa dopo il freddo ci sarà qualcosa....vedremo, altrimenti sarà un'occasione per camminare e muoversi un pò.

un salutone a te e a tutti gli altri
massimo

Angiolo ha detto...

Ciao Massimo!

30/10/2012.

In due fungaie (10m. x 10 m. l'una, non le "fungaie" come intenderebbe qualcuno che equivalgono a un mezzo costone) 55 pezzi, da quelli di un paio d'etti a due o tre oltre i sette)!
Se ci ripenso mi viene quasi un cordiale fangala a questo tempo di m...
E poi c'è qualcuno che dice che è tutto regolare.

Un cordiale saluto a te e a tutti gli Amici del Blog.

Anonimo ha detto...

Buonasera Angiolo,
effettivamente è arrivato un gran freddo e almeno per me cala definitamente il sipario su questa stagione micologica che è stata cortissima e avara di soddisfazioni.
Son almeno tre anni ormai che alcune zone famose per i funghi come ad esempio, la Garfagnana, il Casentino, la Svizzera Pesciatina solo per citarne alcune sembrano diventate improduttive e che alcuni in alcuni ambienti come al castagno e al faggio i funghi non trovino più le condizioni adatte per proliferare.
Colpa solo della stagione bizzarra? A te, professore anche dall'alto della tua esperienza l'ardua sentenza.
Ci risentiamo sotto per le feste per gli auguri.
cari saluti a tutti
Cordialmente
Gigino















Ci risentI

massimo ha detto...

Non lo trovavo perché guardavo i post di novembre di tutti gli anni, ero convinto che fosse di novembre, come ero convinto che tu lo ricordarsi come se fosse stato ieri.
Buonanotte a te alla tua famiglia e a tutti gli altri
massimo

massimo ha detto...

Ciao Angiolo,
ieri come avevo detto sono andato a vedere com'era il bosco, presso la Consuma, ma ovviamente non ho trovato che neve, sia in terra, ghiacciata, che dal cielo verso le 11 ed era molto freddo però......un si stava male anzi.

massimo

Marco 80 ha detto...

...come vola il tempo....siamo di nuovo a un tiro di schioppo dal Natale! Auguro tanta felicità e salute a tutti gli amici del blog ed in particolare ad Angiolo,Tomoko, e quella peste di Camillo. A risentirci, Marco.

Antonio .Bozzale ha detto...

Buongiorno Angiolo e buongiorno a tutti gli amici del gruppo, volevo augurare a tutti un sereno e felice Natale, prosperità,gioia,salute e lavoro per tutti. Buon Natale. Antonio.

Anonimo ha detto...

Volevo anch'io fare gli auguri di un buon Natale a tutti, come si usa, non senza fare una considerazione su questo clima anomalo che continua. Se molto spesso si da la colpa all'inverno trascorso e all'importanza della neve per il susseguio della stagione micologica, cosa dovremmo aspettarci per la prossima stagione? Certo, fa un certo effetto vedere, non gli appennini, ma le alpi senza neve a Natale!!!
Auguri ancora.
Paolo da Bologna.